Un altro riconoscimento per Lavagna sulla rivista Meridiani di Ottobre

21761869 118013748866028 7224970086052054859 n


21766692 118013758866027 9183390205196434573 n


tweb1


TORTA DEI FIESCHI 2017 – 69^ edizione

La Torta al tempo della ...sicurezza


img-20170810-wa0139



ABBIAMO attraversato tante stagioni, con coraggio e passione. La Torta dei Fieschi si avvicina a grandi passi alla settantesima edizione che sarà festeggiata il prossimo anno, e dopo tanti lustri di battaglie combattute e vinte, successi, emozioni e commozione siamo ancora qui, pronti a onorare il passato della nostra città e a testimoniare il valore culturale di una delle più antiche e conosciute rievocazioni storiche d'Italia.

Quest'anno i temi della sicurezza saranno al centro della scenografia di piazza Vittorio Veneto e del percorso per le vie cittadine. Le misure di precauzione necessarie per garantire un evento di queste dimensioni non impediranno comunque a turisti e residenti di godere appieno del fascino del corteo storico, dello spettacolo sul palco e del gioco dell'anima gemella. Anzi, saranno la garanzia di uno svolgimento ordinato e tranquillo della Torta e della Notte di Bianca: una doppia festa che coinvolge ed entusiasma la città.


I CONTI: DANIELA E MATTEO


Quest'anno entrambi i personaggi centrali della rievocazione arrivano da una lunga e consapevole militanza nel corteo storico dei Sestieri e nei gruppi di spettacolo. La contessa Bianca è Daniela Eleonora Raffa, 23 anni, studentessa universitaria di Infermieristica a Genova, e volontaria della Croce Verde Chiavarese presso la sezione di Lavagna. Nel corteo da quando aveva sette anni, prima damina poi danzatrice, ancella, damigella e capitana, praticamente da sempre è attiva nel gruppo di danza storica delle Gratie d'Amore. Il conte Opizzo è Matteo Del Soldato, 28 anni, geologo ricercatore presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Firenze. Entrato nei Sestieri 19 anni fa, ha ricoperto vari ruoli nella classica "gavetta" dei ragazzi lavagnesi: torciaro, gonfaloniere, tamburino e sbandieratore.


puppo dany



UN ABITO CHE È STORIA

Una curiosità: per il costume della contessa verrà utilizzato un abito di scena messo a disposizione - grazie ai curatori Floridia Benedettini e Diego Fiorini - dalla Fondazione Cerratelli di Pisa. Un abito realizzato negli anni Settanta per l'allestimento dell'Attila di Giuseppe Verdi curato da Pierluigi Pizzi. Il legame con la Fondazione Cerratelli (che conserva un patrimonio di oltre 25 mila abiti di scena, molti dei quali realizzati per i film e le produzioni teatrali di Franco Zeffirelli) risale al 1955 quando venne realizzato l'abito "antico" del conte Opizzo, ed è stato rinsaldato nel 2010 con la collaborazione delle Gratie d'Amore per una serie di mostre ed eventi a Pisa e a Lavagna. Per un suiggestivo e quasi magico gioco di coincidenze, l'abito di Odabella, figlia del signore di Aquileia, si è rivelato incredibilmente simile a quello - azzurro-blu con le maniche "a palloncino"- pensato negli anni Cinquanta a Lavagna per la contessa Bianca e stilizzato nel celebre logo della Torta realizzato da Mario Puppo. In questi giorni tra l'altro a Castiglioncello di Rosignano Marittimo la Fondazione Cerratelli espone, in uno straordinario allestimento, alcuni degli abiti più prestigiosi delle collezioni Zeffirelli. Alcuni dei quali, come la Maria Stuarda o la Giulietta di Shakespeare del film del 1968, sono stati esposti anche a Lavagna.


IL DOLCE E IL GIOCO

E proprio la Torta, nel senso del dolce confezionato da due maestri pasticceri di Lavagna, Piaggio e Acqua e Farina, sarà come sempre al centro dell'attenzione. Sia per il gioco - il biglietto costa due euro e dà la possibilità a tutti di trovare l'"anima gemella" in piazza - sia per il dolce, da 69 anni tradizione irrinunciabile per lavagnesi e ospiti in questa notte di mezza estate.


LA NOTTE DI BIANCA


Confermato l'appuntamento con la Notte di Bianca, affidata quest'anno alla consolle di Francesco Fontes Dj e che sarà l'attesissima "coda" della festa che scatterà alla mezzanotte: due, tre ore di buona musica, di allegria e divertimento con una scenografia unica. La Torta "storica" che diventa lo sfondo multicolore di una grande discoteca. Chissà: se Opizzo e Bianca si sposassero ora, forse la loro festa la organizzerebbero proprio così...


MUSICA CON I SONAGLI DI TAGATAM


Anche quest'anno il compito di creare la "colonna sonora" della Torta, dal corteo storico allo spettacolo sul palco, è affidato ai Sonagli di Tagatam del Centro Storico del Finale, uno dei più apprezzati gruppi di folkk medievale a livello italiano. Andrea Lena e i suoi ragazzi proporranno brani nuovi di zecca e altri entrati ormai nella tradizione. Il pubblico di Lavagna li apprezza da tempo, facendosi coinvolgere in questa atmosfera un po' "barbarica" e di straordinario effetto scenico-musicale.

12 AGOSTO: MEDIOEVO NEL BORGO A SAN SALVATORE


A San Salvatore di Cogorno fervono i preparativi per l'Addio do Fantin del 13 agosto promosso dal Comune con i Sestieri e i gruppi di spettacolo - Gratie d'Amore, Flos, Musici e Sbandieratori, Arcieri. Confermato anche quest'anno l'appuntamento di Medioevo nel Borgo: il 12 agosto, a partire alle 16, il sagrato della Basilica dei Fieschi e gli spazi circostanti si trasformeranno in un borgo medievale con mercato storico, artigiani, falconieri, giullari, armati, popolani e nobili. In scena con Gratie, Flos e Sestieri anche le Carole di San Martino di Villastellone (Torino) per il mercato storico, i falconieri "Compagni di Viaggio" di Balzola (Alessandria), i giullari degli Iannà Tampè. Giochi, danze e antichi mestieri per appagare la curiosità e la "voglia di Medioevo" di tutti noi. Uno scenario entusiasmante che davvero riporterà tutti indietro nel tempo. Ci sarà - dalle 19 - anche la Sagra del Contado a cura dell'Accademia della Ciappa e dei Testaieu di Cogorno: piatti tipici della tradizione ligure e le ormai celebri lumache dei Fieschi. E alla sera, dalle 21, il Gruppo Teatrale Moneglia di Maria Grazia Rebuzzi porterà in scena sul sagrato della Basilica dei Fieschi lo spettacolo "La benedizione finale" tratto da un testo di Laura Mapelli Zanetti e dedicato alla figura del papa Innocenzo IV, il grande avversario dell'imperatore Federico II.



Servizio Entella Tv 10 agosto 2017 - dal minuto 8:59

Servizio TeleradioPace

Servizio TwebNews
http://www.twebnews.it/2017/08/10/torta-dei-fieschi-presentati-conti-delledizione-2017/

manifesto2017 web


tdf17front web



tdf17back web

(clicca sulle immagini per ingrandirle)

LA TORTA DEI FIESCHI DI LAVAGNA (GENOVA):
PROFUMI E COLORI DEL MEDIOEVO
SULLA RIVIERA DI LEVANTE


tortadeifieschi14agostoth


14 agosto: tredici quintali di dolce squisito, un appassionante gioco delle coppie, un corteo storico con centocinquanta personaggi in costume d'epoca, un'affascinante scenografia con la ricostruzione dell'antica "Torre Fieschi", danze, giochi d'arme e di bandiera, musiche medievali eseguite dal vivo, il rullo dei tamburi in una cornice di quindici-ventimila spettatori protagonisti. Dal 1949 Lavagna è sinonimo di Torta dei Fieschi, una manifestazione che ha fatto conoscere Lavagna e la Liguria in Europa e nel mondo

La rievocazione - organizzata dal Comune di Lavagna e dal Gruppo dei Sestieri di Lavagna - riprende un episodio a metà tra storia e leggenda: le fastose nozze del 1230, tra Opizzo Fiesco, Conte di Lavagna, e la nobildonna senese Bianca dei Bianchi. Per l'occasione, ricorda la leggenda, gli sposi vollero donare alla popolazione una gigantesca torta.

La manifestazione, una delle più belle e suggestive del panorama folkloristico italiano, oltre che una delle più antiche, consiste in un sontuoso Corteo storico in costume medievale che attraversa le vie antiche della città: sfilano i nobili e le rappresentanze del feudo con le bandiere e i colori dei sei Sestieri, le antiche suddivisioni della città di Lavagna.

L’arrivo del Corteo in Piazza Vittorio Veneto è uno dei momenti clou della festa: dopo la lettura del proclama delle nozze dell’Araldo, la contessa taglia simbolicamente la Torta, un dolce di tredici quintali confezionato dai maestri pasticceri di Lavagna in base a una ricetta segreta.
La distribuzione del dolce agli spettatori avviene mediante un simpatico e singolare gioco di abbinamenti. Ogni partecipante al gioco acquista uno o più biglietti: ognuno, stampato su carta azzurra per i maschi e rosa per le femmine, reca un nome di fantasia. Ogni giocatore deve trovare, nella grande folla, l'"anima gemella": il ragazzo o la ragazza che possiede un biglietto identico al suo, ma di colore diverso. Solo così, presentandosi in due al banco di distribuzione della Torta, si potranno ottenere due fette dello squisito dolce lavagnese.

Tra gli appuntamenti che precedono la festa, nel 2017 va segnalato "Medioevo con Gusto" che si svolgerà venerdì 11 agosto, con la città trasformata in un grande mercato storico, ricco di degustazioni, sorprese e spettacoli a cura dei commercianti del Centro Integrato di Via "Centro Storico", dei Sestieri di Lavagna, dei gruppi di spettacolo (Flos Duellatorum e Gratie d'Amore) e di molte associazioni cittadine. Il 12 agosto a San Salvatore di Cogorno si svolge Medioevo nel Borgo: il sagrato della Basilica dei Fieschi fondata dai papi Innocenzo IV e Adriano V nel XIII secolo si anima di mercanti, armati, falconieri, danzatori, giullari: dalle 16 a mezzanotte un tuffo nella storia e nella magìa del Medioevo con in più, dalle 21, la rappresentazione di "La benedizione finale": una pièce teatrale di Laura Mapelli Zanetti ispirata alla figura di papa Innocenzo IV messa in scena dal Gruppo Teatrale Moneglia per la regia di Maria Grazia Rebuzzi.

La sera di domenica 13 agosto, mentre per le vie di Lavagna l’Araldo del conte Opizzo, a cavallo e scortato da tamburi e chiarine, darà lettura del proclama delle nozze, sul sagrato della Basilica dei Fieschi , si terrà il tradizionale banchetto di addio al celibato del Conte Fiesco: l’Addio do Fantin.

Tutti i festeggiamenti sono accompagnati dalle esibizioni del gruppo di danza storica Le Gratie d'Amore, che rievoca musiche e movenze della corte dei Fieschi, mentre i cavalieri della compagnia d'armi Flos Duellatorum danno vita a una serie di duelli all'arma bianca, secondo le antiche regole dei trattati di arte militare. Presenti anche gli Arcieri dei Sestieri con i loro campioni. Inoltre un assaggio dell’antica arte della bandiera è dato dal Gruppo Sbandieratori dei Sestieri di Lavagna mentre tutti i passaggi salienti della manifestazione sono sottolineati dai tamburi e dalle chiarine del Gruppo Musici dei Sestieri.

La ripresa di questa manifestazione storica nasce nel 1949 con la creazione del gruppo storico dei Sestieri di Lavagna. Oggi la Torta dei Fieschi è una delle feste storiche più importanti d’Italia, tanto da aver rappresentato il nostro Paese al Colombus Day di New York nel 1992 ed è annualmente ospite delle più importanti trasmissioni televisive nazionali.







13 agosto - Lavagna - ore 21
0037

Annuncio delle Nozze

L'Araldo dei Sestieri sfila per le vie di Lavagna con tamburi e chiarine per annunciare le nozze di Opizzo e Bianca


13 agosto - San Salvatore di Cogorno - ore 21

Addio do Fantin

La festa di addio al celibato del Conte, sul sagrato della Basilica dei Fieschi con musiche e danze d'epoca, giochi di bandiera e d'arme, intrattenimenti medievali e una sagra con specialità tipiche dove cenare prima dello spettacolo a lume di torcia... In più La Corte delle Arti e dei Mestieri: artisti e artigiani all'opera nel Borgo!!!


14 agosto - Lavagna - ore 21
torta dei fieschi

Torta dei Fieschi

ore 21: Arrivo dei novelli sposi e partenza corteo da piazza Marconi
21 - 22: Corteo per le vie della città e primi spettacoli sul palco di piazza Vittorio Veneto
22 (circa): tutti in piazza V. Veneto per il Taglio della Torta e l’inizio del gioco (per chi ha i biglietti!)
Durante la serata spettacoli sul palco e, al banco di distribuzione, consegna della Torta alle coppie che si sono formate in piazza



e la festa prosegue con


notte 14/15 agosto - Lavagna

Notte di Bianca

Discoteca in piazza





GRANDE SUCCESSO
DEI SESTIERI DI LAVAGNA
ALL'EXPO DI MILANO!!!
leggi






THE "TORTA DEI FIESCHI"

"THE FIESCHI'S CAKE"
torta classica
Lavagna has been celebrating its illustrious past with this famous festival in period costume since 1949: these are the celebrations of 14th August - the "Torta dei Fieschi". It is the re-enactment of the lavish wedding celebrated in 1230 between the Count Opizzo Fieschi of Lavagna and his bride Bianca dei Bianchi of Siena.

15The story goes that the bride and groom wanted to donate a giant cake to the people as a mark of the family's generosity - but also as a sign of their economic strength.

16This medieval "gossip" formed the basis for a grand historical procession involving one hundred and fifty characters in period costume, a charming spectacle that reconstructs the old "Fieschi Tower", dances, fencing contests, flag-throwing competitions,torta isolata live medieval music, a horse show, an entertaining "hunt for your soul mate" involving participants and spectators alike.
At the end of the festival, slices from a huge cake weighing 13,000 kilograms are distributed to the twenty thousand or so spectators who flock here every year.

cogorno addio du fantin le danze  fulvio baldin 3Of course, every self-respecting wedding is preceded by a buck's night: so, on the evening before the wedding, on 13th August, the forecourt of the Basilica dei Fieschi in San Salvatore di Cogorno is where Count Opizzo
tortafieschi2003 224 and his knights and numerous noblemen and women from the various Sestieri - the six ancient quarters of the town of Lavagna - participate in a sumptuos feast in his honour.
In front of the fine black and white horizontal striped basilica, guests feast and celebrate with music, dancing, horses parades and tournaments, until the herald of the Count arrives to read the wedding proclamation.











14 agosto: la Torta più grande

La Notte più bella






tortadeifieschi14agostoth

Sito offerto da RossiWebDesign